lunedì 2 dicembre 2013

Mobile Suit Gundam ZZ [Piovono Mobile Suit]

Un po' di storia: Zete Gundam è finito col botto, grande battaglia finale, lacrimoni, Haman Karn e i suoi ancora in circolazione. Per quanto sia piaciuta agli appassionati, gli ascolti non sono stati soddisfacenti secondo la produzione che tenta quindi di catturare un nuovo pubblico. Quella che doveva essere la seconda stagione di Zeta diventa così una serie autonoma: ZZ. Nuovo cast, nuovi luoghi, nuove trame. Cambia il charachter design: Hiroyuki Kitazume subentra a Yasuhiko, e per quanto non male, non è all'altezza oltre a risultare oggi come visivamente più datato.

Trama: L'Argama arriva a Side 1 per delle riparazioni, un gruppo di ragazzi vuole fregarsi il Gundam per rivenderlo, finendo ovviamente per diventare parte dell'equipaggio, un demente di Zion ha l'ordine di distruggere l'Argama. Questa è la trama dei primi 20 episodi, in cui non succede nulla di nulla. Infatti la maggior parte degli eventi riguardanti lo scontro tra AEUG e Neo Zeon avvengono altrove, dopo, fortuntamente, riprende la storia riguardante la guerra, in cui un'AEUG sempre più stanca si trova ad essere l'ultimo baluardo contro le forze di Haman Karn, mentre la federazione terreste è sempre più egoista e inutile.

Cosa ne viene fuori? A partire dalla profonda differenza tra le due sigle si può capire quanto questa sia la serie più discontinua di tutte, innanzitutto lo stacco da Zeta è tremendo, il vecchio cast viene rimpiazzato da un gruppo di ragazzini, e si punta tantissimo all'umorismo demenziale. Spesso con pessimi risultati. Bright Noa, che rimane invece in pianta stabile, è irriconoscibile. I primi 20 episodi sono veramente da rimuovere, salvo per qualche dettaglio, visto che i personaggi rimangono praticamente sempre uguali, la trama non avanza, e le gag non fanno ridere. Poi, fortunatamente la serie torna su binari classici, si torna ad un tono più drammatico, a volte anche troppo di rottura rispetto agli episodi precedenti, e la serie finalmente decolla, presentando alcuni episodi veramente belli (il colony drop, il finale). Il mecha presenta alcuni dei mobile suit migliori visti finora e la realizzazione tecnica, per quanto molto altalenante anch'essa, riesce spesso a valorizzarli. Per chi fosse interessato a livelli di potere e simili volevo segnalare che Judau e il ZZ sono probabilmente tra i più potenti newtype e gundam visti nell'UC. Forse anche troppo.
L'opera per quanto sia inferiore a tutte le altre produzioni di Tomino riguardanti Gundam merita comunque la visione, anche per scoprire il fato di alcuni personaggi come Kamille, Fa, Hayato, Sayla e altri, a cui non sarà più concesso spazio in futuro (finora, la speranza è l'ultima a morire comunque).
Ci sono alcune finezze inoltre nella caratterizzazione dei personaggie degli eventi che riescono a rendersi originali, ho molto apprezzato ad esempio il percorso di crescita del protagonista, Judau, che è inverso a quello di Kamille e Amuro: mentre la sua maturazione avviene abbastanza in fretta sono i suoi ideali, i motivi che lo spingono a combattere che crescono piano piano e devono prendere forma nella serie, portando ad un bellissimo discorso nel finale della serie.
Si riesce finalmente ad abbandonare una narrazione strettamente episodica concedendo storie divise in più parti con finali in sospeso. La regia di Tomino diventa però più anonima, meno incisiva e meno significativa.
Ah, Judau insegna abbastanza in fretta al resto del cast che è meglio non provare a dargli schiaffoni in faccia (belli i tempi di Amuro e Kamille eh?).

Lati negativi: Purtroppo queste finezze e questo protagonista differenti non riescono a fare breccia come dovrebbero, è vero, Judau ha una sua identità, ed evita di essere una copia, purtroppo il resto del cast è composto da macchiette, a volte insopportabili, tipo Mashymre e Chara, e di personaggi veramente interessanti se ne registrano giusto due: Haman Karn e Elpeo Ple.
La realizzazione è veramente troppo altalenante, e certe volte ci sono dei buchi di sceneggiatura enormi, inspiegabili. Alcune parti (Moon Moon) sono veramente difficili da guardare.

Risultati: Un flop, che domande, non piace ai nuovi, non piace ai vecchi (e 20 episodi sono stati troppi per poterli recuperare). La serie getterà alcun spunti beatamente ignorati che rimarrano in sospeso per... beh, alcuni per sempre. Per quanto essenziale per scoprire come prosegue la storia, e saltare da Z a Char's Counterattack crea un vuoto narrativo enorme, non viene mai tenuto particolarmente a cuore nè dagli appassionati, per quanto lo ZZ come mobile suit sia generalmente apprezzato, nè dagli autori, lo stesso Tomino con Z: A New Translation ha tentato di metterlo fuori continuity, ma visto che Unicorn lo cita direttamente direi che ANT è una linea temporale alternativa.

Note a margine: Paradossalmente è finora la serie più realistica dal punto di vita nello spazio, anche se continua ad essere strapiena di errori (nuovamente: i liquidi). I mobile suit componibili sono essenzialmente inutili e infatti la serie stessa abbandona abbastanza in fretta le scene di composizione dello ZZ, che saranno una decina in tutta la serie, per farlo uscire dalla nave direttamente montato. Serve però [spoiler sul finale] a dimostrarci nel finale quanto sia potente Judau, che in un momento di disperazione riesce a montare le 3 parti con la forza della mente [/spoiler].

Come recuperarlo: In Italiano sono disponibili una trentina di episodi ad opera degli Starsubber, mentre il resto della serie è disponibile solo subbato in inglese. La parte che si trova solo in inglese è la parte migliore della serie ovviamente, quindi mi sento in dovere di consigliarvi di vedervela comunque. O di aspettare che gli starsubber completino il lavoro (a patto che non facciate i cretini che vanno a dirgli di sbrigarsi, anzi, ringraziateli del lavoro che fanno gratuitamente).

Tutti i post di Piovono Mobile Suit

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...